Visioni Riflessioni Passioni

Category: Intorno ai film

CASANOVA E IL CINEMA COME CATALOGO

Ripubblico qui una breve introduzione scritta per lo speciale Casanova di Federico Fellini n. 81, 2017. Per chi insegna la storia e la cultura cinematografica alle giovani matricole dei corsi

ripensare “io, io, io…e gli altri” di alessandro blasetti

Quasi tutti gli storici riconoscono in questo decennio la centralità di un film come Io, io, io…e gli altri (1966), quasi un sole intorno al quale gravitano tutti gli altri

I MIGLIORI FILM DEL 2020

Come ogni anno, all’inizio di quello nuovo pubblico la classifica dei migliori film dei dodici mesi passati. Si tratta di una top 20, con alcuni “posti caldi” utili per misurare

COLONIZZARE LA LUNA (E NON SOLO)

Questa volta recupero un piccolo contributo scritto in occasione dei 50 anni dell’allunaggio, scritto per la pubblicazione (scaricabile qui) della Cineteca di Bologna, a cura dell’Associazione Schermi e Lavagne, intitolata

“i giorni della vita” e il morality play

Il film è tratto da una pièce di William Saroyan, importante scrittore e drammaturgo americano, che per questo suo lavoro ha vinto alcuni dei più prestigiosi premi internazionali. Nel 1948,

“Ghosts on the loose” e i generi alla deriva nella hollywood popolare

La storia segreta del cinema americano è quella dei piccoli prodotti popolari, cuore pulsante del vero classico hollywoodiano e colonna vertebrale del consumo pomeridiano tanto nelle metropoli quanto nei centri

“LA LETTERA ACCUSATRICE” E LA SMALL TOWN AMERICANA

Proseguiamo nell’esplorazione delle pieghe più nascoste del cinema classico, rielaborando alcuni articoli del passato (in questo caso per una vecchia collana di DVD). Oggi parliamo di La lettera accusatrice di

ritorno alla “citta’ magica”

La città magica di William A. Wellman (1947) è un ottimo esempio di cinema americano che indaga sulla società ideale e sulle utopie civili. Rivedendo il film, vengono alla mente

Tornando alla “Cosa”

Cominciamo dal titolo di questo saggio (che riprendo da una vecchia pubblicazione oggi praticamente scomparsa, La superficie e l’abisso. Percorsi culturali politici nel cinema americano degli anni Ottanta, a cura

IL MOMENTO IRRAPPRESENTABILE IN “CONTAGION”

Nuova puntata dei recuperi di articoli del passato (questo pezzo proviene dal mensile “Duellanti”, oggi cessato): rileggendo le righe interpretative sulle metafore del virus e sull’irrappresentabilità del contagio, ho considerato